Donna Maria – Nino D’Angelo

Marì, te voglie bene,e ‘a notte me guardave.Marì, ritorna ambresse,aspette, sto scetate,e mentre o cielo se pigliave miezze a luna,salutò e ‘ccriaturee po’ sagliette ‘ngoppa a o’ motoscafo,a sfidà o’ mare rinde e’ mmane e’ na pavura,ca nun aiute a chi nun vo’ murì.O’ tiempo passa, ma tu staie pienzanne angore,e strigne e’ diende quando vide e’ nun ce a’ … Continua a leggere

Canzona appassiunata – Poesia di E. A. Mario

N’albero piccerillo aggiu piantato,criscènnolo cu pena e cu sudore…na ventecata giá mme ll’ha spezzatoe tutte ffronne cágnano culore…cadute só’ giá ‘e frutte: e tuttuquante, erano doce, e se só’ fatte amare…ma ‘o core dice: “oje giuvinotto amante, ‘e ccose amare, tiénele cchiù care…”e amara comme si’, te voglio bene!te voglio bene e tu mme faje murí…te voglio bene!te voglio bene … Continua a leggere

Torna Maggio di Vincenzo Russo

Rose! Che belli rrose!…Torna maggio! Sentite ‘addore ‘e chisti sciure belle! Sentite, comme cantano ll’aucielle… e vuje durmite ancora!?… ‘I’ che curaggio! Aprite ‘sta fenesta, oje bella fata, ché ll’aria mo s’è fatta ‘mbarzamata: Ma vuje durmite ancora, ‘i’ che curaggio! Rose! Che belli rrose!… Torna maggio! Rose che belli rrose!… ‘A n’anno sano, stóngo strujenno ‘e pprete ‘e chesta … Continua a leggere

Tu si na cosa grande – Nino D’Angelo

di Domenico Modugno Tu si’ ‘na cosa grande pe’ mme‘na cosa ca me fa nnammura’‘na cosa ca si tu guard”a mmeje me ne moro accussi’guardanno a ttevurria sape’ ‘na cosa da tepecche’ quanno i’ te guardo accussi’si pure tu te siente ‘e muri’nun m”o ddicee nun m”o faje capi’, ma pecche’.e dillo ‘na vota solasi pure tu staje tremmannodillo ca … Continua a leggere

E’ GRANDE – GIOVANNA DE SIO

E’ GRANDE (Testo di P. Capozzi)   HA CRIATE ‘E MUNTAGNE N’CIELO ‘E STELLE APPICCIATE PO C’HA DITTE CURRITE ‘E VULITAVE BENE. NUN FACITE MAIJE MALE, ‘O PADRONE D’O BENE SULE CHESTO ‘A CERCATE SULE CHESTO PRETENDE.   E’ GRANDE, E’ GRANDE P’O C’HA DATE L’AMMORE, ‘O CALORE D’O SOLE, ‘O PRUFUME D’E ROSE SENZA CHIEDERE NIENTE… E VA CASE … Continua a leggere

Voce ‘e notte di (E.Nicolardi-E.De Curtis)

Questa canzone si potrebbe definire autobiografica. Racconta di un disperato innamorato che canta sotto il balcone della sua innamorata andata ad un’altro uomo. Correva l’anno 1903 ed Eduardo Nicolardi, giovane poeta di 25 anni, si innamoro’ di Anna Rossi l’esile e bellissima vicina di casa figlia di un facoltoso commerciante di cavalli. Quando questi dichiaro’ il suo amore ai genitori … Continua a leggere

Dicitancello vuije – Eddy Napoli

  Dicitencello a ‘sta cumpagna vostach’aggio perduto ‘o suonno e ‘a fantasia…ch”a penzo sempe,ch’è tutt”a vita mia…I’ nce ‘o vvulesse dicere,ma nun ce ‘o ssaccio dí… Rit.’A voglio bene…‘A voglio bene assaje!Dicitencello vujeca nun mm”a scordo maje.E’ na passione,cchiù forte ‘e na catena,ca mme turmenta ll’anema…e nun mme fa campá!… Dicitencello ch’è na rosa ‘e maggio,ch’è assaje cchiù bella ‘e … Continua a leggere

CORE MARENARO di Luciano Somma

Povero core mio, nu marenaro,campa ‘int’all’acqua e nun è piscatorecerca e nun trova ‘a luce ‘e na lamparase sta cecanno ‘int’all’oscurità.Vuleva ‘o ddoce ma ha truvato ‘o ffelee tutto avesse dato pe’ n’ammoresta vita na nemica assaje crudeleluntano ‘o puorto cu”a serenità.‘Ncopp’a chest’onne stenta ‘a varca a pprorae ‘a sera lentamente s’avvicinapovero e scunzulato spera ancoraca l’eco d”e ssirene ‘o … Continua a leggere

‘A Marechiare di Salvatore Di Giacomo

Quanno spónta la luna a Marechiare,pure li pisce nce fanno a ll’ammore…Se revòtano ll’onne de lu mare:pe’ la priézza cágnano culore… Quanno sponta la luna a Marechiare. A Marechiare ce sta na fenesta:la passiona mia ce tuzzuléa…Nu garofano addora ‘int’a na testa,passa ll’acqua pe’ sotto e murmuléa… A Marechiare ce sta na fenesta…. Chi dice ca li stelle só’ lucente,nun … Continua a leggere

Voce ‘e notte – Nino D’Angelo

(Testo di Eduardo Nicolardi) Si ‘sta voce te scéta ‘inta nuttata, mentre t’astrigne ‘o sposo tujo vicino…Statte scetata, si vuó’ stá scetata,ma fa’ vedé ca duorme a suonno chino… Nun ghí vicino ê llastre pe’ fá ‘a spia,pecché nun puó’ sbagliá ‘sta voce è ‘a mia…E’ ‘a stessa voce ‘e quanno tutt’e duje,scurnuse, nce parlávamo cu ‘o “vvuje”. Si ‘sta … Continua a leggere