Canzona appassiunata – Poesia di E. A. Mario

N’albero piccerillo aggiu piantato,criscènnolo cu pena e cu sudore…na ventecata giá mme ll’ha spezzatoe tutte ffronne cágnano culore…cadute só’ giá ‘e frutte: e tuttuquante, erano doce, e se só’ fatte amare…ma ‘o core dice: “oje giuvinotto amante, ‘e ccose amare, tiénele cchiù care…”e amara comme si’, te voglio bene!te voglio bene e tu mme faje murí…te voglio bene!te voglio bene … Continua a leggere