Figure Bibliche – Abramo [Gen 12,1-4]

abramo, fede, patriarca, storia d'israele, ebrei, popolo, dio, Jahvè, Gesù, 1 Il Signore disse ad Abram:
«Vàttene dal tuo paese, dalla tua patria
e dalla casa di tuo padre,
verso il paese che io ti indicherò.
2 Farò di te un grande popolo
e ti benedirò,
renderò grande il tuo nome
e diventerai una benedizione.
3 Benedirò coloro che ti benediranno
e coloro che ti malediranno maledirò
e in te si diranno benedette
tutte le famiglie della terra».
4 Allora Abram partì, come gli aveva ordinato il Signore, e con lui partì Lot. Abram aveva settantacinque anni quando lasciò Carran.

Riflessione

Pace a tutti voi nel Signore Gesù. In questa III Domenica di Quaresima, vorrei proporre sotto ai vostri sguardi la figura di Abramo, nonchè il patriarca della fede. Il suo ciclo presente nel libro della Genesi dal capitolo 12-25. E’ suddiviso in tre tradizioni Jhawista, Elhoista e Sacerdotale, sorte al tempo dell’esilio in Babilonia (all’in circa tra il VI-V sec. a.C.) Mettendo da parte le questioni degli studiosi, soffermiamoci un pò sul testo.

Abramo vive nel XIX sec. a. C è il capostipite dei patriarchi e assieme a Mosè e Davide è considerato uno degli artefici della costituzione del popolo d’Israele. In Abramo c’è la preparazione divina, in Mosè (XIII sec. a.C) c’è la realizzazione, ossia Israele con Mosè è costitutito popolo con il dono della Legge e dell’allenza al Sinai ha una legislazione e crede in unico Dio Liberatore Jahvè a cui rende un culto esclusivo. Con il re Davide raggiunge il suo massimo splendore, che poi vedrà il suo declino con i tragici eventi del 931 a.C. (Scisma del regno davidico).

Dio comnda ad Abramo di lasciare la sua “vita”, ossia la sua terra, la sua famiglia e di incamminarsi verso l’ignoto non ancora indicatogli da Dio. Abramo benchè libero di rifiutare il progetto divino che fa ? Obbedisce ed è questa obbedienza a procurargli la salvezza, ed è l’obbedienza il centro del discorso su questo personaggio Biblico.  (cf. Rm 4;Eb 11) Per cui anche a noi talvolta la volontà divina ci appare come un andare incontro all’ignoto e all’incomprensibile, ma dovremmo imparare da Abramo a fidarci di Dio e come lui anche noi dovremmo compiere quel salto verso l’incomprensibile, mettendoci in cammino con Dio e seguendo i suoi sentieri, per giungere anche noi come Abramo alla terra promessa. Così da diventare anche noi segno di Benedizione per coloro che ci circondano, affinchè possiamo essere annoverati anche noi tra i figli di padre Abramo.

Giuseppe Lubrino

Figure Bibliche – Abramo [Gen 12,1-4]ultima modifica: 2012-03-11T19:41:14+01:00da anemaecore8
Reposta per primo quest’articolo