Maronna mia (Testo di Giuseppe Lubrino)

Tu ca cu nu si
faciste miez’a nuije venì
l’Eternità,
Tu ca si ‘a Mamma
‘e tutt’l’Umanità,
‘a Grazia nun c’a può negà!
Ncopp’a stù muorze ‘e terra
fa asci ancora nu ragge ‘e sole,
int’a stù mare ‘e fuoco
fa chiovare’a grandina ‘e l’Ammore.

Maronna mia fa sta buone
a tutt’quante!
Stu munno è chine ‘e ricchezze,
ma ormaije ‘e Bene è vacante!
Int’a l’aria n’amarezza
ce vò fa scurdà
ca ‘a vita è importante.
Maronna mia ch’nustalgia!
Quanno guarde ‘o cielo
vuless’a Tte, vulesse ‘a Ddie!
Pecchè soffre chi è sincero…

Tu ca c’accarizze
cù ‘e preghiere,
si ‘a Mamma d’o Bene
e nun tiene bandiere.
Cummugliace cù ‘o velo tuoije,
asciuttace sti lacrame,
cacciane sti guaije!
Stiennace na mane
miez’a l’onne ‘e sta tempesta,
regalace ‘a Gioija senza fine.

madonna_lourdes.jpg

Maronna mia (Testo di Giuseppe Lubrino)ultima modifica: 2012-02-17T20:25:43+01:00da anemaecore8
Reposta per primo quest’articolo