“Aspettando te” (testo di Giuseppe Lubrino)

In questo treno troppa solitudine

sui i binari scorre la nostalgia,

chissà se la fermata della quietudine

arriverà mai o sarà solo un utopia…

Questa insicurezza invade il mondo,

scenari di tristezza universale,

la sfrenatezza poi ne è il reso conto

di un mondo ridotto davvero male!

 

Aspettando chi, aspettando te!

Perché il fuoco si sciolga in acqua,

Aspettando chi, aspettando te!

Perché il male sia una logica inesatta.

Aspettando chi, aspettando te

affinché Giustizia sia fatta!

Aspettando chi, aspettando te.

 

Hanno paganizzato la tua Natività,

i sentimenti vengono calpestati

da una ferocia superficialità!

Viviamo come dei condannati

in questa terra di malvagità.

 

Liberaci dal male mio Signore!

Accogli questa invocazione

di un cuore toccato dal dolore,

sono nella fossa dei leoni

falsità e inganno

mi sovrastano!

Ma io confido in te mio Salvatore.

lions.jpg

 

 

“Aspettando te” (testo di Giuseppe Lubrino)ultima modifica: 2011-12-10T12:18:33+01:00da anemaecore8
Reposta per primo quest’articolo