“Esule a Babilonia” (Testo di Giuseppe Lubrino)

Esule a Babilonia

lontano dalla patria e dalla fede.

In terra straniera senza amore,

di notte qui il cielo

è di un altro colore,

la mattina a svegliarmi

non è la luce del sole.

 

Mi manca il tuo respiro,

odio queste danze maledette!

Lontano da te io non vivo

piccola stella brilla per me.

Tra orgie e ubriachezze

scorre la vita

a Babilonia

 

Esule a Babilonia

lontano dalla mia terra,

sogno il Tempio del buon Dio,

tra la depravazione e la guerra

ho bisogno di te amore mio!

 

Signore degli eserciti pensaci tu!

intervieni come in Egitto

e liberaci dalla schiavitù!

Sull’ingiustizia trionfi il diritto!

E non abbandonarci più.

babilonesi.jpg

 

“Esule a Babilonia” (Testo di Giuseppe Lubrino)ultima modifica: 2011-12-04T10:37:06+01:00da anemaecore8
Reposta per primo quest’articolo