Non angustiatevi (Fil 4,6-9)

amore-incondizionato.jpgFilippesi 4,6-9

6 Non angustiatevi per nulla, ma in ogni necessità esponete a Dio le vostre richieste, con preghiere, suppliche e ringraziamenti; 7 e la pace di Dio, che sorpassa ogni intelligenza, custodirà i vostri cuori e i vostri pensieri in Cristo Gesù.
8 In conclusione, fratelli, tutto quello che è vero, nobile, giusto, puro, amabile, onorato, quello che è virtù e merita lode, tutto questo sia oggetto dei vostri pensieri. 9 Ciò che avete imparato, ricevuto, ascoltato e veduto in me, è quello che dovete fare. E il Dio della pace sarà con voi!

Riflessione:

Pace a voi tutti nel Signore Gesù. Oggi, vorrei porre sotto i vostri occhi, una riflessione sulla seconda lettura della liturgia odierna. Il brano è il quarto capitolo della lettera di san Paolo apostolo alla comunità di Filippi. Paolo scrsse questa epistola verso il 58-60 d.C inoltre, è tra le ultime lettere dell’apostolo visto che secondo la tradizione verso il 64 d.C. Paolo subì il martirio a Roma. Bene, in questi tre versetti emergono non pochi aspetti importanti, per l’edificazione del nostro spirito. Infatti, al verso 6 c’è un forte invito a non agustiarsi e a pregare e a far prsente a Dio tutte le nostre richieste, con suppliche e ringraziamenti. Noi sappiamo miei cari, che non è affatto facile, nelle varie circostanze della vita a non angustiarsi, sappiamo altrettanto che non è nemmeno facile pregare e soprattutto pregare con rendimento di grazie! Talvolta, soggettivamente parlando è difficile andare avanti per quanto riguarda la vita cristiana, ma ritengo che se lo Spirito attraverso Paolo, ci dà queste indicazioni è esclusivamente per il nostro bene! Al verso 7 Ci viene detto che solo applicando le esortazioni dello Spirito, il Padre Celeste custodirà i nostri cuori ed intenti nel suo Figliolo Gesù Cristo. Infine, l’apostolo ci dice che tutto ciò che è degno, ossia vero e giusto dev’essere oggetto dei nostri pensieri! Affinchè il Dio della Pace sia con noi tutti! Ebbene, miei cari, sforziamoci di applicare nella nostra vita, queste esortazioni, anche se sappiamo che non è semplice ma sforziamoci di applicare la legge dell’Amore nella nostra vita, affinchè possa illuminare anche quella degli altri.

Preghiera

Padre Vero e Giusto, te ne prego donami consolazione nello spirito a me e a tutti i coloro che hai messo sulla mia strada, fa che possiamo vedere in ognuno il tuo Figlio Gesù, aiutaci ad essere più comprensivi e più dolci con il prossimo e fa che la tristezza  si possa tramutare in gioia. te lo chiedo nel Nome del tuo Figlio Gesù Cristo, Signore nostro. Amen

(Pater, Ave, Gloria * secondo le intenzioni del santo papa Bendetto XVI)

by Giuseppe Lubrino

Non angustiatevi (Fil 4,6-9)ultima modifica: 2011-10-02T13:52:00+02:00da anemaecore8
Reposta per primo quest’articolo