Il perdono viene dall’Amore (Mt 18,21-35)

2untitled.png1 Allora Pietro gli si avvicinò e gli disse: «Signore, quante volte dovrò perdonare al mio fratello, se pecca contro di me? Fino a sette volte?». 22 E Gesù gli rispose: «Non ti dico fino a sette, ma fino a settanta volte sette.
23 A proposito, il regno dei cieli è simile a un re che volle fare i conti con i suoi servi. 24 Incominciati i conti, gli fu presentato uno che gli era debitore di diecimila talenti. 25 Non avendo però costui il denaro da restituire, il padrone ordinò che fosse venduto lui con la moglie, con i figli e con quanto possedeva, e saldasse così il debito. 26 Allora quel servo, gettatosi a terra, lo supplicava: Signore, abbi pazienza con me e ti restituirò ogni cosa. 27 Impietositosi del servo, il padrone lo lasciò andare e gli condonò il debito. 28 Appena uscito, quel servo trovò un altro servo come lui che gli doveva cento denari e, afferratolo, lo soffocava e diceva: Paga quel che devi! 29 Il suo compagno, gettatosi a terra, lo supplicava dicendo: Abbi pazienza con me e ti rifonderò il debito. 30 Ma egli non volle esaudirlo, andò e lo fece gettare in carcere, fino a che non avesse pagato il debito.
31 Visto quel che accadeva, gli altri servi furono addolorati e andarono a riferire al loro padrone tutto l’accaduto. 32 Allora il padrone fece chiamare quell’uomo e gli disse: Servo malvagio, io ti ho condonato tutto il debito perché mi hai pregato. 33 Non dovevi forse anche tu aver pietà del tuo compagno, così come io ho avuto pietà di te? 34 E, sdegnato, il padrone lo diede in mano agli aguzzini, finché non gli avesse restituito tutto il dovuto. 35 Così anche il mio Padre celeste farà a ciascuno di voi, se non perdonerete di cuore al vostro fratello».

Riflessione:

Pace a voi fratelli e buon Giorno del Signore a tutti! Il passo del Vangelo prepostoci dalla liturgia odierna è molto chiaro e diretto, quindi mi limiterò solo a condividere qualche opinione con voi tutti. Alla domanda di Pietro: “Quante volte dovrò perdonare?” Gesù risponde: settanta volte sette! E’ risaputo che i numeri nella Bibbia hanno un significato simbolico poichè nell’AT che è quasi scritto interamente in lingua ebraica i numeri corrispondono alle lettere e inoltre per l’uomo bibblico in genere i numeri sono simboli spirituali, nel caso del numero sette si sa che indica la perfezione e quindi Gesù con la sua risposta vuole praticamente dirci che qualora a noi si presenti un cuore e uno spirito contrito non dobbiamo mai negare il nostro Perdono. Difatti anche la parabola del servo narrataci poco dopo vuole semplicemente dirci che come noi tutti esseri umani continuamente siamo in debito con Dio poichè siamo peccatori e Lui continuamente non si stanca di donarci la sua Misericordia parimenti noi verso il nostro “Prossimo” dobbiamo sforzarci di donare infinitamente la nostra Misericordia. Beh Sembrerebbe facile ma sappiamo che non lo è! Infatti quante volte subiamo cattiveria da parte di persone a noi care? Anche di famiglia! Quante volte noi a nostra volta sbagliamo e commettiamo degli errori grossolani nei confronti delle persone a cui vogliamo bene ? Beh personalmente a me capita spesso e specie ultimamente! Questo perchè a volte quando si vuol bene e si eccede non ci si accorge che si fa del male proprio a chi si vuole più bene! Bisogna sempre tener conto che l’esagerato è sempre sbagliato! E’ una frase che il mio parroco ama spesso dirmi beh ed è proprio vero! Su tutto l’esagerato è sempre sbagliato, guardate caso ma su una cosa si può eccedere sempre: La Misericordia!!! Di questo grande sentimento dovremmo farne un’ abuso! Ci è lecito, poichè chi sa perdonare sul vero senso della parola, a mio avviso sa anche AMARE! Infine c’è un’affermazione di un film degli anni 80′ di second’ordine, che mi ha sempre colpito fin da piccolo: “Karate Kid I” dove quasi alla fine del film il maestro Miaghi (per chi sa la storia) rivolgendosi al suo giovane discepolo di arti marziali gli dice: Daniel San “Un uomo che non ha il perdono nel cuore vivere è punizione peggiore della morte!” Beh il film non ci azzecca un tubo con il Vangelo, però l’affermazone a mio avviso è degna di considerazione.

Preghiera

Padre Santo Onnipotente, ti prego e ti chiedo di perdonarmi per tutti i miei sbagli! Ho affidato ogni cosa nelle tue Mani non deludermi! E fa che ogni lettore attraverso la Tua Parola possa essere consolato nel corpo e nello spirito, te lo chiedo nel nome del tuo Figliolo Gesù Cristo nostro Signore Benedetto in Eterno. Amen

(Pater, Ave, Gloria *secondo le intenzioni del Pontefice BenedettoXVI).

 

by Giuseppe Lubrino

 

 

Il perdono viene dall’Amore (Mt 18,21-35)ultima modifica: 2011-09-11T12:44:00+02:00da anemaecore8
Reposta per primo quest’articolo